Chi siamo

La Scuola dell’Infanzia venne intesa fin dal suo sorgere come espressione della volontà della Comunità parrocchiale di assumere l’impegno di soddisfare l’esigenza sociale dell’educazione pre-scolare, sostanziandosi nella propria identità come luogo fondamentale per l’introduzione alla realtà e al suo Significato; quindi per l’itinerario di Fede per i bambini e per le rispettive famiglie.
La Scuola, nel rispetto del primario diritto e dovere dei padri e delle madri di educare i figli, ha sempre inteso radicare la propria proposta educativa nella concezione Cristiana della vita.

Compito di questo luogo educativo è quello di accogliere i bambini rispettando e valorizzando la loro esperienza, predisponendo un contesto educativo motivante e significativo, nel quale ognuno possa sviluppare le proprie potenzialità. Affiancandosi alla famiglia, è l’ambito dove il bambino cresce durante l’età prescolare e forma la propria personalità in modo integrale ed equilibrato.

La Scuola è stata riconosciuta dal Ministero della Pubblica Istruzione Scuola Paritaria. Nel settembre 2014 è stata aperta anche la sezione “Primavera”, che accoglie bambini della fascia di età 24-36 mesi. Dopo il primo anno di introduzione di questo servizio, l’aumento delle richieste di iscrizione ci ha portato a richiedere le autorizzazioni per accogliere un numero maggiore di bambini, entro il limite massimo autorizzato dagli standard minimi del servizio di sezione primavera (20 alunni). Da ottobre 2016 tale sezione è autorizzata ad accogliere fino a 15 alunni e da settembre 2017 fino a 20.

Il 31 maggio 2017 è entrato in vigore il Decreto legislativo  65 del 13/04/2017 “istituzione del sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita sino a sei anni, a norma dell’articolo 1, commi 180, 181, lettera e), della legge 13 luglio 2015, n. 107”, che unifica le disposizioni su scala nazionale riguardanti il sistema educativo “0-6 anni”. Tante le novità introdotte dal Decreto, che prevede l’istituzione di un sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita fino a sei anni, costituito dai servizi educativi per l’infanzia (0-2 anni) e dalle scuole dell’Infanzia statali e paritarie (3-5 anni). Per questi motivi  i servizi per la prima infanzia e le attuali scuole dell’infanzia devono   garantire in misura crescente un servizio qualitativo e di apprendimento, attuando nel contempo una politica a tutela della famiglia, attraverso la predisposizione di servizi di qualità e con diverse tipologie di servizi.
Il nuovo Decreto prevede anche il progressivo superamento degli anticipi di iscrizione alla scuola dell’infanzia a partire dall’a.s. 2018/2019. Avendo attivato il servizio di sezione primavera, la nostra Scuola è in grado di accogliere ancora i bambini che sono nati dopo il 31 dicembre, cosiddetti “anticipatari”, m in un contesto più adeguato alla reale età ed effettivo sviluppo del bambino.

Su scala nazionale, il sistema integrato 0-6 è coordinato dal Ministero dell’Istruzione, nel rispetto delle funzioni e dei compiti delle Regioni e degli Enti locali, i quali hanno il compito di coordinare la programmazione dell’offerta formativa nel proprio territorio realizzando una piena integrazione tra le strutture esistenti, siano esse statali o paritarie, favorendo la libertà di scelta educativa della famiglia.
In conseguenza di questo nuovo orientamento del nostro Stato, a partire dall’anno scolastico 2018-2019 l’Amministrazione comunale di Arona attiverà una convenzione con la nostra Scuola per un concreto sostegno delle famiglie che vorranno affidarci i loro figli.